Programma didattico
Tecniche di rilassamento
Si insegneranno alcune tecniche di rilassamento, fondamentali per un primo lavoro di “destrutturazione” degli allievi. Le tecniche, diverse tra loro per tipologia e finalità, hanno lo scopo di portare gli allievi ad un ipotetico “stato zero”, su cui ricostruire lentamente il rapporto con i propri movimenti ed i propri i gesti, imparando a conoscerli e a gestirli. L’obiettivo verrà raggiunto attraverso gopchi di gruppo: si imiteranno i movimenti degli animali, si farà finta di muoversi in mondi immaginari o di trasformarsi in creature completamente inventate dai bambini, cogliendone caratteristiche e sfumature.
Espressione corporea
Attraverso la conoscenza dei propri movimenti e dei propri gesti, i bambini cominceranno a “prestare” il proprio corpo e la propria espressività all’azione scenica. Si inventeranno assieme delle storie che dovranno poi essere interpretate attraverso il solo uso dei movimenti e delle espressioni. È la fase in cui il gruppo comincia ad essere solido e compatto, permettendo agli allievi più timidi e riservati di esprimersi liberamente, e agli allievi più sicuri di sè e più “carichi” di energia di mettersi a disposizione degli altri.
Espressione vocale
Si insegneranno ai giovani allievi l’articolazione e la corretta fonetica, per abituarli fin da subito a mantenere la cadenza dialettale nei limiti accettabili. In pratica i piccoli attori impareranno a parlare in modo corretto attraverso giochi di parole e di memoria divertenti.
Collegamenti interdisciplinari
L’insegnante cercherà di inserire in ogni esercizio di memoria, improvvisazione guidata e dizione, più collegamenti interdisciplinari possibili; questo approccio porta il bambino a non essere selettivo, a cariche che le materie scolastiche non sono indipendenti l’una dall’altra, ma intersecate e man mano a creare autonomamente quelle connessioni tra gli insegnamenti. Inoltre, verranno date delle basi sulla storia del teatro e sui vari stili recitativi.
Il teatro in inglese
I bambini proveranno a recitare in inglese sia attraverso esercizi di improvvisazione guidata, sia attraverso lo studio e la semplificazioni di scene tratte dalle opere di William Shakespeare, spiegate e raccontate come se fossero delle storie fantastiche. Con questo approccio glia allievi non solo miglioreranno il loro inglese, ma si avvicineranno anche ai grandi testi della letteratura aumentando il loro bagaglio culturale.
OBIETTIVI

Il laboratorio è rivolto a classi specifiche delle scuole primarie, in modo che i partecipati abbiamo la stessa età e il percorso sia adeguato per tutti.
Il percorso sarà di tipo ludico-didattico, si utilizzeranno cioè gli esercizi ed i giochi teatrali (secondo il famoso metodo di Viola Spolin).

Inserendo all’interno del percorso didattico delle ore dedicate alla recitazione teatrale, vogliamo far avvicinare i giovanissimi a questa forma di comunicazione che purtroppo, viene marchiata troppo spesso come “per vecchi”. Il nostro desiderio è quello di eliminare questa credenza, educando i bambini al piacere sia di fare e sia di andare a teatro.

Approcciarsi a questa disciplina fin da piccolissimi permette agli allievi di conoscere e scoprire le proprie capacità e possibilità, di migliorare il concetto di lavoro di gruppo e di auto-disciplina, di migliorare la proprietà di linguaggio e lo sviluppo armonico della gestualità.


OFFERTA FORMATIVA
Frequenza settimanale
1 ora

Orario
Scolastico | Doposcuola

Formula
Annuale (40 ore | Sett-Giu) | Quadrimestrale (20 ore | Sett-Dic / Gen-Giu)

Costo orario
25 €