Arte scenica 1

Corso base per adulti

Inizio:
18 settembre 2018
Durata:
9 mesi
ID:
AS1819-01

Docenti:

Dove

Accademia Lorenzo Da Ponte | Sala 1

Categorie

Adulti , Corsi base

Quando

Martedì

Orario

20:30 – 23:30

Cadenza

1 giorno/settimana

Esperienza

Nessuna*

Difficoltà

Medio-alta

Età

dai 18 ai 35**

*nel caso i candidati abbiano già maturato esperienze teatrali, verrà valutato dalla direzione l’inserimento in un corso intermedio o avanzato esclusivamente solo dopo almeno 2 lezioni di corso base.
**eventuali eccezioni verranno valutate con I docenti.
Per I candidati con più di 35 anni consultare la scheda Officina Teatrale 1
Caratteristiche del corso
Arte scenica 1 è un corso base per adulti. L’impostazione didattica è di tipo intensivo, quindi è fondamentale da parte degli allievi la consapevolezza di un lavoro spesso impegnativo, che richiede studio ed esercizi. Prevede un percorso di due anni, da concludersi con il corso Arte Scenica 2.

A chi è dedicato

Il corso è aperto a tutte le persone tra i 18 e i 35 anni che abbiano voglia di entrare nel mondo del teatro attraverso un corso di tipo semi-professionale

Programma didattico

L’impostazione del programma è di tipo semi-professionale per tutti i nostri corsi regolari (ad esclusione dei corsi professionali), ed è ciò che ci contraddistingue a livello didattico a livello nazionale. Quello che cerchiamo di fare all’Accademia Da Ponte è tenere sempre alta l’asticella, per costringere gli allievi a uno sforzo continuo, che li faccia sentire costantemente fuori dalla propria zona di sicurezza costruita con gli anni, che inevitabilmente tende ad impigrire e ad evitare qualsiasi situazione che faccia perdere l’equilibrio, o che richieda una grande umiltà e capacità di mettersi in gioco. Per questo il programma che viene qui esposto può subire dei repentini cambiamenti in corso d’opera, spesso in modo radicale: è quindi da considerarsi come una linea guida indicativa.

Si insegneranno alcune tecniche di rilassamento, fondamentali per un primo lavoro di “destrutturazione” degli allievi. Le tecniche, diverse tra loro per tipologia e finalità, hanno lo scopo di portare gli allievi ad un ipotetico “stato zero”, su cui ricostruire lentamente il rapporto con i propri movimenti ed i propri i gesti, imparando a conoscerli e a gestirli.

Attraverso la conoscenza dei propri movimenti e dei propri gesti, si comincerà a “prestare” il nostro corpo e la nostra espressività all’azione teatrale, rispettandone regole fondamentali ed esigenze sceniche (copertura dello spazio, rapporto con la quarta parete, distanza tra l’azione e il pubblico).

In questa fase si comincerà ad affinare la potenza vocale, attraverso l’insegnamento della corretta respirazione e dell’uso del diaframma.

Si inizierà poi a studiare la dizione, in particolar modo la fonetica (il suono corretto delle parole). Si terranno come riferimento il D.O.P., il Dizionario di Ortografia e Pronuncia e il Ma.Pi., il Manuale di Pronuncia di Luciano Canepari, e usando le basi della fonetica si comincerà il lavoro sulla cadenza dialettale e sulla pronuncia errata di alcune consonanti e vocali tipiche dei diversi dialetti regionali. Lo scopo è anche in questo caso è quello di raggiungere uno “stato zero”.

Ovviamente l’argomento principale del piano didattico. Si imparerà cosa significa recitare attraverso i metodi più diffusi, esplorando anche, in modo superficiale, l’uso della maschera. Si partirà dalla presenza dell’attore sul palcoscenico, per poi proseguire con l’analisi dei testi, la costruzione del personaggio, il controllo dei movimenti e della gestualità, la consapevolezza dell’azione scenica e i principali elementi riguardanti il ritmo e l’energia.

Come per la filosofia, anche nel teatro è fondamentale conoscere ciò che è stato pensato, immaginato e realizzato fino ad oggi. Attraverso lo studio dei cambiamenti che il teatro ha avuto attraverso i secoli, l’allievo può trovare spunti di riflessione fondamentali per creare una propria prospettiva ed una propria verità, trovando contemporaneamente un enorme stimolo nell’approfondire per proprio conto il lavoro degli autori, dei registi e degli attori che hanno segnato la storia del teatro.

È prevista (e obbligatoria) la realizzazione di uno spettacolo di fine corso, che ha lo scopo di concretizzare il lavoro fatto durante l’anno.

Cose da sapere

Un corso di teatro si affronta in modo completamente diverso da qualsiasi altri tipo di corso. Bisogna accettare da subito il fatto che l’individualità va messa da parte, poiché ciò che ci darà forza e che ci consentirà di superare limiti che si pensavano invalicabili sarà il gruppo di lavoro.

Questa è una cosa da tenere sempre a mente. Ci può essere un talento più o meno innato, ma sono lo studio, il lavoro e l’esperienza che creano l’attore. E ciò che rende bravo un attore sono gli errori e i fallimenti, fondamentali per capire qual è la direzione giusta da prendere.

Sarà una delle prime cose che affronteremo, perché solo così gli allievi potranno vivere il corso nel modo migliore. Non faremo psicologia, ci limiteremo ad usare la tecnica per poter affrontare la sfida del palco senza nessuna ansia.
La timidezza non ha mai influito sulla capacità di recitazione di un attore. Anzi, attraverso il lavoro teatrale e soprattutto attraverso ciò che riguarda lo studio del personaggio, ogni allievo ha la possibilità, individualmente, di conoscere e spesso eliminare molte paure e molti blocchi.

Molti di noi hanno smesso di usare la memoria finita la scuola, e una memoria non allenata può far perdere fiducia sulla propria capacità di memorizzare. È solo una questione di tecnica e allenamento. Quasi la totalità degli allievi, quando si iscrive per la prima volta, è letteralmente terrorizzato dall’idea di dover imparare a memoria qualcosa: queste paure svaniscono molto presto, appena si comprendono i modi giusti per farlo, rivelando capacità mnemoniche che nemmeno si sospettavano.

Nonostante nei corsi base il lavoro fisico sia blando e limitato, consigliamo sempre di vestirsi comodi, possibilmente con dei tessuti morbidi (i jeans sono assolutamente sconsigliati). Indossate scarpe leggere, o ancor meglio dei calzini antiscivolo. Evitate i tacchi alti! Per alcune posizioni che si assumeranno durante gli esercizi, sono scongliate le gonne. Nelle sedi in cui si tengono i corsi c’è lo spazio per cambiarsi in completa privacy.

Portate con voi un quaderno ed una matita, per prendere appunti. Pochi allievi lo fanno, ma rispetto a chi non lo fa si ritrovano alla fine del corso con una quantità di materiale di studio davvero preziosa.

Come arrivare

Vittorio Veneto è raggiungibile con il servizio di linea extraurbano (Per linee e orari collegatevi a questo link).
Dalla stazione degli autobus proseguire a destra e seguire il Viale della Vittoria. Dopo 10 minuti troverete sulla vostra sinistra Via Pagliarin, una strada ad “L”. Il cancello dell’Accademia è alla fine della strada.

Autostrada per Belluno. Uscita Vittorio Veneto Nord. Proseguire a destra per Vittorio Veneto. Superare il centro storico di Serravalle (tra i due archi) e girare a destra in via Pagliarin, una strada ad “L”. Il cancello dell’Accademia è alla fine della strada.

Dalla stazione del treno proseguire a sinistra e scendere su Viale della Vittoria. Proseguite a sinistra. Dopo 10 minuti troverete sulla vostra sinistra Via Pagliarin, una strada ad “L”. Il cancello dell’Accademia è alla fine della strada.

Iscrizione

Contributo associativo

20€/anno
Il costo dell’iscrizione comprende la quota associativa che va versata subito al momento della consegna del modulo in segreteria

Assicurazione

5€/anno
Il costo dell’assicurazione personale sugli infortuni copre non solo la responsabilità civile classica, ma anche le casistiche particolari che si possono presentare durante il lavoro in sala prove. Va versato subito al momento della consegna del modulo in segreteria.

Borse di studio e frequenza

Fine corso: 18 Giugno 2019
Assenze consentite: 20% del monte ore totale
Borse di studio: Sono previste 2 borse di studio per ogni corso, che corrispondono al contributo totale di un trimestre. Le borse di studio verranno assegnate agli allievi più meritevoli, in base al giudizio insindacabile della direzione, che non abbiano effettuato più del 5% di assenze durante l’anno (farà fede il registro). Il contributo verrà accreditato immediatamente dopo l’ultima lezione dell’anno.
 In caso di superamento del limite di assenze è facoltà della direzione re-inserire gli allievi in un corso di livello inferiore. È inoltre facoltà della direzione escludere dal corso gli allievi che creino disturbo o che non dimostrino di avere i requisiti minimi necessari durante il percorso.

Costo del corso
Annuale
Pagamento annuale 540€
€60/mese
Pagamento con bonifico
Mensile
Pagamento mensile 70€ 
€70/mese
Pagamento in segreteria

Il pagamento del corso va effettuato anticipatamente rispetto alla prima lezione del periodo di riferimento. Il costo del corso rappresenta un contributo alle associazioni culturali che gestiscono l’accademia. Il contributo servirà alle associazioni per il pagamento dei docenti, degli spazi e delle spese. Per ulteriori informazioni consultare la sezione domande e risposte frequenti.



Modulo di pre-iscrizione
La pre-iscrizione non è vincolante ma permette di prenotare il proprio posto nel corso di riferimento. L’iscrizione si intende effettuata regolarmente dopo la firma dei moduli in segreteria e il versamento delle quote di iscrizione e di contributo per il corso. Potrete annullare la pre-iscrizione al corso di riferimento in qualsiasi momento, oppure convertirla in un’iscrizione ad un altro corso.

Modulo valido per la pre-iscrizione al corso di riferimento e come proposta di iscrizione all'Associazione Culturale Red Art Teatro e Arti figurative

----DATI DELL'ALLIEVO----




(L'inserimento dell'indirizzo email è obbligatorio. In caso di minori sprovvisti di email inserire quella del genitore o del tutore legale)


(L'inserimento del numero di cellulare è obbligatorio. In caso di minori sprovvisti di telefono, inserire il numero del genitore o del tutore legale)







----DATI DEL GENITORE O DEL TUTORE LEGALE----
(Da compilare in caso di iscrizione per allievi minori di 18 anni. Senza la compilazione del modulo che segue, COMPLETA IN OGNI SUA PARTE, la pre-iscrizione rimarrà in sospeso in attesa di ulteriori verifiche)















Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte

Associazione Culturale Red Art Teatro ed arti figurative
Via Niccolò Tommaseo, 10
31029 Vittorio Veneto (TV)
Tel. 0438 550511
Email: direzione@accademiadaponte.it
Pec: red.art@pec.it

Codice fiscale 93017990263
Partita Iva 04620330268

 

Consulta le domande frequenti prima di contattarci: potrai risparmiare tempo consultando direttamente le risposte ai vari quesiti che ci vengono sottoposti. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci senza esitazione. >>F.A.Q.

ORARI SEGRETERIA

Lunedi: 10 – 12
Martedi: 10 – 12
Mercoledi: 10 – 12
Giovedi: 10 – 12
Venerdì: 10 – 12

(Gli orari di segreteria non coincidono con gli orari delle lezioni. Per comunicazioni urgenti contattate il numero 349 6241784 dal lunedì al giovedì dalle 10,00 alle 14,30, il venerdì dalle 10,00 alle 18,00 o il 2° e il 4° sabato del mese dalle 9,00 alle 13,00 )

DATI BANCARI

Associazione Culturale RED ART
Banca di Credito Cooperativo delle Prealpi
Vittorio Veneto (TV)
IBAN: IT77E0890462190 007000006476
Bic Code: ICRAITRRP40

IMPORTANTE:
Se il nome dell’allievo è diverso da chi effettua il bonifico, è INDISPENSABILE riportare il nome dell’allievo e il corso di riferimento nella causale del pagamento.

TOP