Workshop "Introduzione al Clown"

Inizio:
21 Marzo 2020
Durata:
1 Week end
ID:
WGS2020CL
Riconoscimenti:
20 CFA

Quando

Sab 21 / Dom 22 Marzo 2020

Orario

Sabato
10:00 – 18:00
Domenica
10:00 – 18:00

Età

dai 16 ai 50*

*eventuali eccezioni verranno valutate con i docenti.
Caratteristiche del corso
Il Gioco è l’anima del Clown, la scintilla che lo accende.
Il Gioco è, come sappiamo, una faccenda molto seria: chiunque abbia passato più di cinque minuti con
dadi, carte, palloni, bocce, costumi da carnevale, ecc… sa benissimo che ispira la fantasia, che ci emoziona,
che ci fa sudare, ci fa diventare competitivi come collaborativi.
Nel gioco, come nel Clown, è difficile giocare da soli. La fantasia che si accende diventa magica quando è
condivisa, quando la possono vedere anche gli altri.
Nel gioco puro si insegue la fantasia, che diventa ispirazione, che nel Clown risulta improvvisazione.
Anche nel Clown, come nel gioco, ci sono infinite regole da inventare per poi ridere o arrabbiarsi quando
queste vengono violate…in due parole: è il gioco che crea il contesto o il contrario?
Nella lingua inglese play significa giocare, ma anche suonare, entrare in scena… in italiano il “giocare” è
stato delimitato, incarcerato nel momento dell’infanzia: un adulto che gioca perde tempo, non lavora,
non è serio!
Insomma: lavorare con il Clown significa lavorare con una serie molto eterogenea di elementi:
C’è il Clown poetico, il Clown eccentrico, il Clown bianco con il suo fedele Augusto. C’è quello che parla e
quello muto, quello con trucco e naso rosso e quello senza. C’è il “Clown puro” ed il “personaggio Clown”.
Tutti sono validi: il problema è capire quale si adatta meglio al proprio corpo e alla propria voce.
Il problema è che spesso l’immagine che ho di me non è l’immagine che hanno gli altri quando mi
guardano.
Il problema è che quando gli altri mi guardano il mio corpo reagisce diversamente.
Il problema è che quando mi emoziono la mia faccia cambia colore, mi cambia la voce.
Come fare a capire cosa comunica il mio corpo, i miei occhi e i miei movimenti?
Qui entra in gioco il Clown!
Il Clown gioca, comunica con gli occhi, guarda e si lascia guardare, emoziona emozionandosi.
Il Clown fa tutto per il pubblico perché esiste solo negli occhi di chi lo guarda.
La radice comune è l’attitudine, perché è l’attitudine che determina il gioco!
(Tutto questo vale nel Clown come nella vita reale.)

Si richiede un abbigliamento comodo, un blocco di appunti e una matita.

Programma

Postura: come comunica il mio corpo
Movimento: velocità e intensità
Gli occhi e lo sguardo: guardare e lasciarsi guardare
Attitudine 1: giochi di gruppo – come entrare in scena – come uscire
Attitudine 2: come trasmettere al pubblico la voglia di giocare
Il Clown: una questione di potere. Il bianco e l’augusto – la regola del SI – la coppia collaborativa – la
coppia antagonista – autorità e dissacrazione
La Comunicazione: una particolare attenzione sarà rivolta, con teoria ed esercizi pratici, alla
comunicazione. Ci sono molti modi di comunicare: c’è la comunicazione consapevole e quella
inconsapevole, c’è la comunicazione empatica, c’è l’identificazione, la proiezione, la suggestione e
l’autosuggestione…
Breve storia del Clown: il buffone, lo sciamano, il Clown da circo, il bianco e l’augusto, il Clown di corsia…
Durante il corso ci saranno brevi sessioni video con vari sketch di differenti clown in differenti epoche.
I video servono a vedere gli sviluppi, da parte di Clown di alto livello, degli esercizi appena proposti.

L’impostazione del workshop è di tipo semi-professionale, aperto quindi anche a chi ha poca o nessuna esperienza, ma che tende a spingere gli allievi sempre al proprio massimo.

Paolo Piludu fondatore della Compagnia i4elementi Teatro con cui si è esibito in tutta Italia e nei principali Festival di
Teatro di Strada in Danimarca, Turchia, Lettonia, Francia, Belgio, Germania, Svizzera, Austria e Slovenia.
Diplomato presso il Noveau Clown Institute di Barcellona, Laureato in Storia Presso “Cà Foscari” di
Venezia, fondatore della Scuola di Circo “Circo in Valigia”, studioso di programmazione neurolinguistica
(PNL). Appassionato di giocoleria ed equilibrismi, lavora prevalentemente nella ricerca del proprio Clown
e nella tecnica di alcune discipline: palline, cappelli, monocicli, rulli e soprattutto palline da ping-pong.
Premi vinti:
⁃ 2016 – “Premio Otello Sarzi – Nuove Figure del Teatro”, Menzione Speciale della Giuria,
con lo spettacolo “C’est Magnifique”
⁃ 2016 – “Milano Clown Festival”, Premio del Pubblico, con lo spettacolo “C’est
Magnifique“
⁃ 2015 – Premio Italiano Arte di Strada “La catena di Zampanò”, III° classificati con lo
spettacolo “A Ruota Libera”
⁃ 2011 – “Carichi in Strada”, Premio Nazionale indetto dai “Carichi Sospesi”, con lo
spettacolo “Farabutti & Faraboloni”
⁃ 2010 “Cantieri di Strada”, Premio Nazionale indetto dalla FNAS Federazione Nazionale
Arti di Strada, categoria “Giovani ciarlatani”, con lo spettacolo “Farabutti & Faraboloni”

Come arrivare

Vittorio Veneto è raggiungibile con il servizio di linea extraurbano (Per linee e orari collegatevi a questo link).
Dalla stazione degli autobus proseguire a destra e seguire il Viale della Vittoria. Dopo 10 minuti troverete sulla vostra sinistra Via Pagliarin, una strada ad “L”. Il cancello dell’Accademia è alla fine della strada.

Autostrada per Belluno. Uscita Vittorio Veneto Nord. Proseguire a destra per Vittorio Veneto. Superare il centro storico di Serravalle (tra i due archi) e girare a destra in via Pagliarin, una strada ad “L”. Il cancello dell’Accademia è alla fine della strada.

Dalla stazione del treno proseguire a sinistra e scendere su Viale della Vittoria. Proseguite a sinistra. Dopo 10 minuti troverete sulla vostra sinistra Via Pagliarin, una strada ad “L”. Il cancello dell’Accademia è alla fine della strada.

Costo del workshop
Già iscritti
€110
  • Quota riservata a quanti frequentano o hanno frequentato corsi presso l'Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte
Nuovi iscritti
€140*
  • Quota prevista per tutte le nuove iscrizioni
Dopo la compilazione del modulo di iscrizione verrete contattati per il pagamento e per tutte le informazioni necessarie.



Modulo di pre-iscrizione
La pre-iscrizione permette di prenotare il proprio posto al workshop. L’iscrizione si intende effettuata regolarmente dopo il versamento della quota di iscrizione.
[contact-form-7 404 "Not Found"]

Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte

Associazione Culturale Red Art Teatro ed arti figurative
Via Niccolò Tommaseo, 10
31029 Vittorio Veneto (TV)
Tel. 0438 550511
Email: direzione@accademiadaponte.it
Pec: red.art@pec.it

WhatsApp

Codice fiscale 93017990263
Partita Iva 04620330268

 

Consulta le domande frequenti prima di contattarci: potrai risparmiare tempo consultando direttamente le risposte ai vari quesiti che ci vengono sottoposti. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci senza esitazione. >>F.A.Q.

ORARI SEGRETERIA

Lunedi: 10 – 12
Martedi: 10 – 12
Mercoledi: 10 – 12
Giovedi: 10 – 12
Venerdì: 10 – 12

(Gli orari di segreteria non coincidono con gli orari delle lezioni. Per comunicazioni urgenti contattate il numero 349 6241784 dal lunedì al giovedì dalle 10,00 alle 14,30, il venerdì dalle 10,00 alle 18,00 o il 2° e il 4° sabato del mese dalle 9,00 alle 13,00 )

DATI BANCARI

Associazione Culturale RED ART
Banca di Credito Cooperativo delle Prealpi
Vittorio Veneto (TV)
IBAN: IT77E0890462190 007000006476
Bic Code: ICRAITRRP40

IMPORTANTE:
Se il nome dell’allievo è diverso da chi effettua il bonifico, è INDISPENSABILE riportare il nome dell’allievo e il corso di riferimento nella causale del pagamento.

COME ASSOCIARSI

[contact-form-7 404 "Not Found"]
TOP