Workshop con Giorgio Sangati

Inizio:
22 Giugno 2019
Durata:
1 Week end
ID:
WGS2019-1
Riconoscimenti:
10 CFA

Quando

Sab 22 / Dom 23 Giugno

Orario

10:00 – 17:00

Età

dai 16 ai 40*

*eventuali eccezioni verranno valutate con i docenti.
Caratteristiche del corso
Oltre a essere universalmente riconosciuto come il più grande drammaturgo della storia, Shakespeare è ricordato anche come uno dei poeti più importanti insieme a Dante e Omero, sulla cui identità reale e fittizia la critica non smette di interrogarsi. Non c’è di che stupirsi: siamo di fronte a opere sublimi e di fronte al sublime vacilla la fiducia che possa trattarsi dell’opera di un uomo (solo).

Nel corso del workshop, dopo un training fisico e vocale per potenziare e raffinare gli strumenti espressivi a nostra disposizione, proveremo ad accostarci a questo misterioso “tesoro di parole” che riesce a toccarci tanto in profondità.

Studieremo il modo più efficace per affrontare la forma metrica del sonetto, indagheremo il senso e proveremo a trasformare il testo in azione teatrale.

A ogni partecipante è richiesto di venire con un abbigliamento comodo, individuare un sonetto a scelta in traduzione italiana (da portare stampato in due copie) e studiarlo a memoria.

L’impostazione del workshop è di tipo semi-professionale, aperto quindi anche a chi ha poca o nessuna esperienza, ma che tende a spingere gli allievi sempre al proprio massimo.

Giorgio Sangati è nato ad Abano Terme (PD) nel 1981. Si diploma come attore con Luca Ronconi nel 2005 presso la “Scuola di Teatro” del Piccolo di Milano e si laurea in Scienze della comunicazione presso l’Università degli studi di Padova. Nello stesso anno ottiene una segnalazione al “Premio Hystrio, premio alla vocazione teatrale”. Dopo il diploma lavora come attore in diverse produzioni con la regia di Luca Ronconi, Robert Carsen, Claudio Longhi. Studia con diversi registi, tra i quali Lev Dodin, Anatolij Vassiliev, Anne Bogart, Declan Donnelan. Nel 2011 è assistente alla regia di Luca Ronconi ne “La compagnia degli uomini”di Edward Bond e per “La Modestia” di Rafael Spregelburd, prodotti dal Piccolo Teatro di Milano. Nel 2012 partecipa in qualità di regista al progetto MIBAC, organizzato dal Centro Teatrale Santa Cristina, diretto da Luca Ronconi mettendo in scena “L’inappetenza”di Rafael Spregelburd e partecipa all’allestimento “Natale in casa Cupiello”di Eduardo con Fausto Russo Alesi prodotto dal Piccolo in qualità di aiuto regia. Nel 2010 dirige la sua prima opera lirica , “La stanza terrena”di Antonio Miari per il Teatro comunale di Belluno. Nel 2011 il suo testo “Malabrenta” vince il secondo premio al PREMIO OFF 2011 diretto da Alessandro Gassman e l’anno successivo “Arbeit”vince il Premio come migliore interpretazione e il II Premio al PREMIO OFF 2012 e viene messo in scena al Teatro Grassi di Milano all’interno della rassegna di nuova drammaturgia Tramedautore. Sempre nel 2012 il suo testo “Buco” viene prodotto dal Teatro Stabile del Veneto ed è finalista al premio nazionale PLAYFESTIVAL organizzato da Atir e Piccolo Teatro. Nell’ottobre 2013 lo Stabile del Veneto produce all’interno del Progetto Scuole il suo testo “Massacritica” che nel 2015 debutta nella stagione del Teatro Stabile del Veneto. Nel 2014 è assistente alla regia per “Celestina”di De Rojas diretto da Luca Ronconi al Teatro Strehler di Milano e nel 2015 regista assistente per “Lehman Trilogy”di Stefano Massini sempre per la regia di Ronconi. Sempre nel 2015 lo Stabile del Veneto produce il suo adattamento “Arlecchino, il servitore di due padroni”da “Il servitore di due padroni” di Carlo Goldoni (che nel 2017 viene rappresentato al Teatro La Abadia di Madrid) e debutta al Piccolo Teatro di Milano con”Le donne gelose” di Goldoni (che l’anno successivo va in tour e rappresenta l’Italia al Festival Internazionale di San Pietroburgo organizzato dal Teatro Alexandrinsky). Nello stesso anno dirige “I maggiorenni” di Tiziano Scarpa” prodotto dallo Stabile del Veneto. Nel 2016 cura per il carnevale di Venezia il gioco scenico “L’Arlecchino furioso” che va in scena in Piazza San Marco e debutta al Caio Melisso di Spoleto con “Rosicca e Morano”, due intermezzi di Francesco Feo, prodotti dal Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto. Nel 2017 debutta con la regia de “Le donne vendicate”di Piccinni al Festival della Valle d’Itria, dirige “Mahagonny Songspiel”di Brecht/Weill al Teatro Caio Melisso di Spoleto con la produzione del Lirico Sperimentale e mette in scena “I due gentiluomini di Verona”di W. Shakespeare per la produzione del CTB e del Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale. Nel 2018 dirige Franco Branciaroli in “Lettere a Nour” di Rachide Benzine che debutta al Ravenna Teatro Festival per la produzione di ERT Emilia Romagna Teatro-Teatro Nazionale, CTB e Festival dei due Mondi di Spoleto. In luglio firma la regia del “Rinaldo” di Handel/Leo nell’edizione napoletana del 1718 con la direzione di Fabio Luisi per il “Festival della Valle d’Itria”. Nel gennaio 2019 debutta al Teatro Grassi con “Cuore di Cane”, di Bulgakov (riscrittura di Stefano Massini), nuova produzione del Piccolo Teatro di Milano mentre a ad aprile porta in scena “La casa nova” di carlo Goldoni con gli attori del Teatro Vachtangov di Mosca.

Come arrivare

Vittorio Veneto è raggiungibile con il servizio di linea extraurbano (Per linee e orari collegatevi a questo link).
Dalla stazione degli autobus proseguire a destra e seguire il Viale della Vittoria. Dopo 10 minuti troverete sulla vostra sinistra Via Pagliarin, una strada ad “L”. Il cancello dell’Accademia è alla fine della strada.

Autostrada per Belluno. Uscita Vittorio Veneto Nord. Proseguire a destra per Vittorio Veneto. Superare il centro storico di Serravalle (tra i due archi) e girare a destra in via Pagliarin, una strada ad “L”. Il cancello dell’Accademia è alla fine della strada.

Dalla stazione del treno proseguire a sinistra e scendere su Viale della Vittoria. Proseguite a sinistra. Dopo 10 minuti troverete sulla vostra sinistra Via Pagliarin, una strada ad “L”. Il cancello dell’Accademia è alla fine della strada.

Costo del workshop
Già iscritti
€110
  • Quota riservata a quanti frequentano o hanno frequentato corsi presso l'Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte
Nuovi iscritti
€140*
  • Quota prevista per tutte le nuove iscrizioni
Dopo la compilazione del modulo di iscrizione verrete contattati per il pagamento e per tutte le informazioni necessarie.



Modulo di pre-iscrizione
La pre-iscrizione permette di prenotare il proprio posto al workshop. L’iscrizione si intende effettuata regolarmente dopo il versamento della quota di iscrizione.

Modulo valido per la pre-iscrizione al corso di riferimento e come proposta di iscrizione all'Associazione Culturale Red Art Teatro e Arti figurative

----DATI DELL'ALLIEVO----




(L'inserimento dell'indirizzo email è obbligatorio. In caso di minori sprovvisti di email inserire quella del genitore o del tutore legale)


(L'inserimento del numero di cellulare è obbligatorio. In caso di minori sprovvisti di telefono, inserire il numero del genitore o del tutore legale)







----DATI DEL GENITORE O DEL TUTORE LEGALE----
(Da compilare in caso di iscrizione per allievi minori di 18 anni. Senza la compilazione del modulo che segue, COMPLETA IN OGNI SUA PARTE, la pre-iscrizione rimarrà in sospeso in attesa di ulteriori verifiche)















Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte

Associazione Culturale Red Art Teatro ed arti figurative
Via Niccolò Tommaseo, 10
31029 Vittorio Veneto (TV)
Tel. 0438 550511
Email: direzione@accademiadaponte.it
Pec: red.art@pec.it

Codice fiscale 93017990263
Partita Iva 04620330268

 

Consulta le domande frequenti prima di contattarci: potrai risparmiare tempo consultando direttamente le risposte ai vari quesiti che ci vengono sottoposti. Se non trovi ciò che cerchi, contattaci senza esitazione. >>F.A.Q.

ORARI SEGRETERIA

Lunedi: 10 – 12
Martedi: 10 – 12
Mercoledi: 10 – 12
Giovedi: 10 – 12
Venerdì: 10 – 12

(Gli orari di segreteria non coincidono con gli orari delle lezioni. Per comunicazioni urgenti contattate il numero 349 6241784 dal lunedì al giovedì dalle 10,00 alle 14,30, il venerdì dalle 10,00 alle 18,00 o il 2° e il 4° sabato del mese dalle 9,00 alle 13,00 )

DATI BANCARI

Associazione Culturale RED ART
Banca di Credito Cooperativo delle Prealpi
Vittorio Veneto (TV)
IBAN: IT77E0890462190 007000006476
Bic Code: ICRAITRRP40

IMPORTANTE:
Se il nome dell’allievo è diverso da chi effettua il bonifico, è INDISPENSABILE riportare il nome dell’allievo e il corso di riferimento nella causale del pagamento.

COME ASSOCIARSI






* La qualifica di socio ordinario consente di partecipare alle attività proposte dall’associazione, di accedere alla biblioteca e avere sconti sugli ingressi nei teatri convenzionati.
La qualifica di socio sostenitore, oltre ai diritti previsti per il socio ordinario consente di essere citato nell’albo dei sostenitori, di ricevere la t-shirt e di ottenere il 15% di sconto su corsi e workshop proposti dall’associazione.

TOP