Canto di Natale
di Charles Dickens
Produzione: L’albero magico e Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte
Adattamento: Katiuscia Bonato, Francesca Zava
Regia: Katiuscia Bonato, Francesca Zava
Interpreti: Katiuscia Bonato, Filippo Buscema, Silvio Pasqualetto, Massimiliano Rumore, Francesca Zava
Sinossi: Il vecchio Scrooge, vecchio cinico e senza cuore, la Notte di Natale riceve la visita del fantasma del suo defunto socio Jacob Marley che gli rimprovera la sua grettezza e gli annuncia la visita di tre spiriti, il fantasma del Natale passato, del presente e del futuro, destinati a redimerlo. Lo spirito del Natale, con la sua plurimillenaria speranza di redenzione dell’uomo al di là delle barriere sociali, politiche e addirittura religiose, si materializza in questo caso grazie al fantastico e al magico, regalando a grandi e piccoli un esempio educativo sull’importanza della condivisione, dell’unione e dell’attenzione verso il prossimo. L’opera di Dickens è un racconto dal significato estremamente profondo che la storia ha rapidamente reso celebre e intramontabile, e che viene riproposta magistralmente dagli attori dell’Accademia Da Ponte attraverso l’atmosfera delle più belle fiabe della storia.
Fascia di prezzo: B
Genere: Fantastico
Numero di attori: 5
Tecnico: 1
SIAE: No
Spazio minimo richiesto: 7X5
Replicabile all’aperto: Si
Dotazione tecnica (LUCI) a carico del teatro: 8 PC da 1000W (gelatine a carico della compagnia)
Dotazione tecnica (AUDIO) a carico del teatro: ingresso per iPAD
Tempo per montaggio scena: 40 min
Tempo per smontaggio scena: 20 min
Richiesta tecnico su piazza: no
https://web.accademiadaponte.it/produzioni/spettacoli-per-bambini/#canto-di-natale

Il piccolo principe
di Antoine de Saint-Exupéry
Produzione: L’albero magico e Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte
Adattamento: Katiuscia Bonato
Regia: Katiuscia Bonato
Maschere e scenografia: Francesca Zava
Interpreti: Katiuscia Bonato, Silvio Pasqualetto, Francesca Zava
Sinossi: Tutti i grandi sono stati bambini una volta, ma pochi di loro se ne ricordano.
Il Piccolo Principe è una storia per bambini che si rivolge anche agli adulti. I vari piani di lettura possibili, rendono lo spettacolo adatto a tutti e offre temi di riflessione alle persone di qualsiasi età.
Il pilota Antoine è costretto ad un atterraggio di fortuna in pieno deserto del Sahara. Mentre cerca di riparare l’aereo, compare dal nulla un bambino, il Piccolo Principe.
Il pilota diventerà speciale depositario dei meravigliosi racconti delle avventure vissute dal Piccolo Principe, il quale, prima di arrivare sulla Terra, aveva visitato altri pianeti e incontrato strani personaggi: un re, un vanitoso, un ubriacone, un lampionaio e un geografo.. Tutti questi pianeti potrebbero essere considerati metafora della natura umana.
Sulla Terra invece, incontrerà una Volpe che gli insegnerà un principio fondamentale:
“L’essenziale è invisibile agli occhi“.
Fascia di prezzo: A
Genere: Fantastico
Numero di attori: 3
Tecnico: 1
SIAE: No
Spazio minimo richiesto: 7X5
Replicabile all’aperto: Si
Dotazione tecnica (LUCI) a carico del teatro: 8 PC da 1000W (gelatine a carico della compagnia)
Dotazione tecnica (AUDIO) a carico del teatro: ingresso per iPAD
Tempo per montaggio scena: 40 min
Tempo per smontaggio scena: 20 min
Richiesta tecnico su piazza: no
https://web.accademiadaponte.it/produzioni/spettacoli-per-bambini/#il-piccolo-principe

Peter Pan
di James Matthew Barrie
Produzione: L’albero magico e Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte
Adattamento: Francesca Zava
Regia: Francesca Zava
Interpreti: Katiuscia Bonato, Luca Da Lozzo, Federica Girardello, Silvio Pasqualetto, Francesca Zava
Sinossi: I Darling sono una famiglia londinese composta dai genitori Mary e George e dai loro tre bambini Wendy, Gianni e Michele; una famiglia tranquilla ma molto, molto particolare: non passano di certo inosservati davanti ai vicini, a maggior ragione dopo che hanno scelto per bambinaia Nana, niente di meno che un gigantesco cane terrannova!
Peter è un bambino che non vede di buon occhio le madri, che non vuole crescere e vuole sempre divertirsi: lui stesso è fuggito dalla sua famiglia molto tempo addietro e adesso abita all’Isolachenoncè, dove vive avventure meravigliose in compagnia di personaggi e creature altrettanto fantastiche, senza dover mai crescere.
Proprio in questo luogo incantevole Peter conduce Wendy, Gianni e Michele: una sera in cui i Darling sono usciti per una festa e Nana è incatenata nel cortile.
Una volta giunti sull’Isolachenoncè i nostri eroi fanno amicizia con i Bambini Sperduti, incontrano le Sirene, si alleano con i Pellerossa che si aggirano strisciando e ululando, incontrano belve e uccelli di ogni tipo da inseguire e tanto, tanto altro ancora… Ma sull’isola si annidano anche i nemici! I terribili pirati, capitanati da Uncino, che sono sempre sulle tracce di Peter e dei suoi compagni.
Riuscirà Peter a farla franca? E soprattutto, Wendy, Gianni e Michele resteranno per sempre sull’Isola, dimenticandosi dei loro genitori, oppure un giorno decideranno di tornare a casa? Se sì, lì ci sarà ancora qualcuno ad aspettarli?
Fascia di prezzo: B
Genere: Fantastico
Numero di attori: 6
Tecnico: 1
SIAE: No
Spazio minimo richiesto: 7X5
Replicabile all’aperto: Si
Dotazione tecnica (LUCI) a carico del teatro: 8 PC da 1000W (gelatine a carico della compagnia)
Dotazione tecnica (AUDIO) a carico del teatro: ingresso per iPAD
Tempo per montaggio scena: 40 min
Tempo per smontaggio scena: 20 min
Richiesta tecnico su piazza: no
https://web.accademiadaponte.it/produzioni/spettacoli-per-bambini/#peter-pan

Alice nel paese delle meraviglie
di Lewis Carroll
Produzione: L’albero magico e Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte
Adattamento: Francesca Zava
Regia: Federica Girardello, Francesca Zava
Maschere: Francesca Zava
Interpreti: Mirko Bottega, Federica Girardello, Francesca Marcolina, Silvio Pasqualetto, Francesca Zava
Sinossi: La celebre e senza tempo storia di Carroll , che racconta della piccola Alice e dei suoi viaggi nel Paese delle meraviglie, viene riproposta in una versione inedita dove un narratore accompagna i bambini a conoscere il viaggio di Alice.
Alice incontrerà tutti i personaggi a cui grandi e piccini sono legati: il Cappellaio Matto e la Lepre Marzolina, il Brucaliffo, il Ghignagatto e la temibile Regina di cuori.
Il narratore oltre a raccontare interagisce con la storia suonando lui stesso con vari tipo di strumenti le musiche e i suoni che accompagnano il viaggio.
Questo per avvicinare i ragazzi a più livelli di interazione: quello visivo, con la parte recitata,quello comprensivo, con le spiegazioni dl narratore e quello uditivo associando gli strumenti a movimenti e situazioni particolari della trama. Gli attori reciteranno con delle maschere per rendere il più reale e magico possibile la resa dei vari personaggi.
Fascia di prezzo: B
Genere: Fantastico
Numero di attori: 5
Tecnico: 1
SIAE: No
Spazio minimo richiesto: 7X5
Replicabile all’aperto: Si
Dotazione tecnica (LUCI) a carico del teatro: 8 PC da 1000W (gelatine a carico della compagnia)
Dotazione tecnica (AUDIO) a carico del teatro: ingresso per iPAD
Tempo per montaggio scena: 40 min
Tempo per smontaggio scena: 20 min
https://web.accademiadaponte.it/produzioni/spettacoli-per-bambini/#alice-nel-paese-delle-meraviglie

Capitan Fagiolo
di Mirko Bottega, Irene Cutifani e Andrea Lorenzon
Produzione: L’albero magico e Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte
Adattamento: Andrea Lorenzon
Regia: Mirko Bottega, Irene Cutifani e Andrea Lorenzon
Interpreti: Mirko Bottega, Irene Cutifani e Andrea Lorenzon
Sinossi: Capitan Fagiolo e il suo fido mozzo Bozzo sono due pirati che stanno morendo di fame; abituati a vivere di arrembaggi e saccheggi si ritrovano a fare i conti con i tempi moderni e sono costretti a trovare un lavoro onesto per guadagnarsi da vivere.
In un piccolo palchetto improvvisato simuleranno veri e propri colloqui di lavoro dove verranno testati sulla loro sensibilità per l’ambiente (guardia boschi), il loro senso di responsabilità (consiglieri di un piccolo sovrano) e il rispetto per la diversità (tate di una bambina burrascosa).
Le risposte disastrose ma ingenue dei pirati vengono continuamente corrette dall’ esaminatrice che spiega in parole semplici i vantaggi complessivi di un comportamento corretto verso gli altri e l’ambiente.
Finiti i tre colloqui i pirati sembrano rassegnati, quando all’ultimo momento si scopre un lavoro adatto a loro, trasportare viveri e aiuti ad un isola dove il mare è sempre in burrasca.
Tutti quanti, anche le persone apparentemente più strane, hanno i loro particolari talenti.
Lo spettacolo è brillante e dinamico, tra fondali dipinti e costumi pittoreschi, si prefigge di attrarre l’attenzione dei ragazzi e di sensibilizzarli ai temi dell’ambiente, della responsabilità, del bullismo e del rispetto verso tutti quanti.
Fascia di prezzo: A
Genere: Avventura
Numero di attori: 3
Tecnico: 1
SIAE: No
Spazio minimo richiesto: 5X4
Replicabile all’aperto: Si
Dotazione tecnica (LUCI) a carico del teatro: 8 PC da 1000W (gelatine a carico della compagnia)
Dotazione tecnica (AUDIO) a carico del teatro: ingresso per iPAD
Tempo per montaggio scena: 40 min
Tempo per smontaggio scena: 20 min
Richiesta tecnico su piazza: no
https://web.accademiadaponte.it/produzioni/spettacoli-per-bambini/#capitan-fagiolo

Pinocchio
di Carlo Collodi
Produzione: Albero Magico e Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte
Adattamento: Francesca Zava
Regia: Francesca Zava e Katiuscia Bonato
Maschere: Francesca Zava
Interpreti: Katiuscia Bonato, Irene Casagrande, Silvio Pasqualetto, Francesca Zava
Sinossi: Pinocchio, ispirato a “Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino” di Carlo Collodi.
La storia raccontata, come ben sappiamo, è quella delle avventure di un burattino di legno che, in un lungo e tormentato percorso di maturazione, riesce infine a diventare un bambino vero.
Tutto ha inizio quando, nella propria bottega, il falegname mastro Ciliegia si rende conto che il ciocco di legno che si sta accingendo a lavorare per ricavarne la gamba di un tavolino è animato e in grado di parlare. Spaventato da questa situazione, mastro Ciliegia decide di rifilare il legno incantato al suo amico Geppetto, desideroso di costruirsi un burattino per riuscire a guadagnare qualcosa.
È grande la sorpresa di Geppetto quando viene a conoscenza del fatto che il proprio burattino può muoversi e parlare; eppure Pinocchio evidenzia subito la propria inclinazione a compiere delle marachelle infatti scappa dal babbo e inizia il suo viaggio.
Ad accompagnarci tra le avventure e le disavventure di Pinocchio, ci sarà la Fata turchina, i furfanti Gatto e Volpe, Mangiafuoco, Lucignolo e molte altre creature fantastiche.
Si parlerà di mistero, di paure, di gioia, di stupore, d’inganno, di affetto, il tutto condito da ironia e da una nota di realismo che, comunque, permeava il testo di Collodi.
Una messa in scena nella quale è fondamentale sia l’approccio che mira ad allontanarsi dall’immagine troppo edulcorata del burattino disneyano, sia l’intento dichiarato di rimanere quanto più fedeli al testo tradizionale.
La scena richiamerà l’idea di un baraccone teatrale/circense polveroso, un po’ consumato, un po’ antiquato e racconterà di un burattino che dovrà, suo malgrado, fronteggiare mirabolanti peripezie, ognuna di esse a rappresentare una conquista, un importante tassello nel percorso della sua crescita e della sua formazione di bambino.
L’intento dello spettacolo è ritrovare quella forza originale del testo che nel tempo si è perduta, quell’atmosfera un po’ polverosa e usurata, ma anche reale e ironica.

Fascia di prezzo: A
Genere: Fantastico
Numero di attori:
Tecnico: 1
SIAE: No
Spazio minimo richiesto: 7X5
Replicabile all’aperto: Si
Dotazione tecnica (LUCI) a carico del teatro: 8 PC da 1000W (gelatine a carico della compagnia)
Dotazione tecnica (AUDIO) a carico del teatro: ingresso per iPAD
Tempo per montaggio scena: 40 min
Tempo per smontaggio scena: 20 min
Richiesta tecnico su piazza: no
https://web.accademiadaponte.it/produzioni/spettacoli-per-bambini/#pinocchio