Il teatro

Il Comune di Vittorio Veneto ha in comodato d’uso dalla Fondazione Cassamarca il Teatro Lorenzo Da Ponte di Serravalle.
Il complesso è destinato ad ospitare spettacoli (dalla musica alla prosa, all’operetta, alla lirica, alla danza, ecc.), convegni, concorsi musicali e ogni altra iniziativa che abbia elevato valore culturale, artistico, sociale, politico istituzionale e di promozione del nome e dell’immagine del Comune di Vittorio Veneto e della Fondazione Cassamarca.
Note storiche
Già dal 1830 circa si ha notizia dell’iniziativa di un gruppo di notabili vittoriesi che, mossi da profonda passione per la musica, decisero di costituire una società per la realizzazione di un teatro cittadino.
Il progetto, concepito dall’architetto feltrino Giuseppe Segusini, prevedeva che il teatro sorgesse sul giardino di Palazzo Minucci, di proprietà della famiglia Gera.
Un successivo ripensamento della committenza ridimensionò la configurazione dell’edificio, che venne affiancato dalla realizzazione  del Fondaco delle Biade o Loggia dei Grani.
Nel 1843 iniziarono i lavori di costruzione. Nel 1879, dopo varie vicissitudini che ritardarono la regolare programmazione, ci fu l’inaugurazione ufficiale con l’opera lirica “Un ballo in maschera” di Giuseppe Verdi.
Il Teatro Sociale nel 1938 passò nelle mani del Comune e mutò il suo nome in Teatro Rossini.
Esso vide il suo massimo splendore negli ultimi decenni dell’Ottocento e all’inizio del Novecento.
Il primo conflitto mondiale e la successiva crisi economica misero fine alla sua gloriosa attività.
Nemmeno l’intervento di trasformazione della loggia superiore in loggione, avvenuta nel 1925, in coincidenza con l’ultima rappresentazione lirica Madama Butterfly, servì a rilanciare il teatro. Dopo un trentennio di anonima attività, il teatro venne venduto ad un privato, che nel 1955 che lo trasformò in Cinema Teatro Rossini.
Dopo la ristrutturazione del 1925, il teatro si presentava con una pianta a ferro di cavallo, la capacità di circa 650 posti, di cui 300 in platea, 150 in galleria e 200 nel loggione.
Cessata l’attività di sala cinematografica, il teatro è stato acquisito dalla Fondazione Cassamarca, che, dopo una completa ristrutturazione, lo ha inaugurato nel 2002 e gestito tramite la propria società strumentale Teatri SpA.
Dopo l’intervento di ristrutturazione il teatro si presenta al pubblico con una platea di 394 posti e un ridotto, utilizzabile per conferenze, riunioni, presentazioni di 54 posti.
Dal 2011 il Comune di Vittorio Veneto ha stipulato una convenzione con Fondazione Cassamarca per la gestione coordinata della struttura.

Richiesta sale

Il Comune di Vittorio Veneto ha in comodato d’uso il teatro Lorenzo Da Ponte di Serravalle.
Il complesso del teatro è destinato alla realizzazione di spettacoli (dalla musica alla prosa, all’operetta, alla lirica, alla danza ecc) di convegni, di concorsi musicali e di ogni altra iniziativa che abbia elevato valore culturale, artistico, sociale, politico istituzionale e di promozione del nome e dell’immagine del Comune di Vittorio Veneto e della Fondazione Cassamarca.
Compatibilmente con il programma di attività del Comune e/o della Fondazione Cassamarca, il teatro e/o la sala del ridotto possono essere concessi in uso ad enti, compagnie, gruppi, associazioni, istituzioni scolastiche e privati, per lo svolgimento delle attività sopra descritte, secondo le modalità e le procedure definite dal disciplinare qui sotto riportato.
L’uso del teatro non può essere concesso per cerimonie di qualsiasi natura (matrimoni, battesimi, ecc.) né per feste private (compleanni, feste da ballo, banchetti, ecc.).
L’attrezzatura impiantistica in dotazione al teatro è costituita dall’elenco qui sotto riportato. Per la sua utilizzazione il concessionario dovrà avvalersi del personale fornito dal Comune direttamente o tramite terzi.

Contatti

Per qualsiasi informazione sull’uso del Teatro contattare lo Sportello Prenotazioni Sale comunali presso l’Ufficio Cultura del Comune di Vittorio Veneto in orario d’ufficio (vedi gli orari).
 
Comune di Vittorio Veneto
Sportello Prenotazione Sale
Ufficio Cultura
tel. 0438 569310
email sale@comune.vittorio-veneto.tv.it
 
Per informazioni fuori dagli orari d’ufficio o sui singoli spettacoli, contattare direttamente l’organizzazione dell’evento ai recapiti indicati nel materiale pubblicitario dell’evento stesso che può essere scaricato dalla programmazione eventi (vai alla sezione Programmazione).